Come recintare un giardino: idee e consigli

Meglio il classico recinto in legno o una più semplice rete da giardino? Un po’ di suggerimenti su come recintare il giardino di casa in base alle proprie esigenze.

recinzioni come fare

Per privacy, per una questione di sicurezza, per delimitare un orto o un terreno da quello del vicino: possono essere diversi i motivi che costringono, ad un certo punto, a dover recintare il giardino di casa. Chi è alla prima esperienza in materia potrebbe trovare un po’ di difficoltà, soprattutto per quanto riguarda la scelta dei materiali più adatti.

Meglio un recinto vero e proprio o una rete per giardino? La verità è che non esiste una scelta corretta a priori. Il tutto dipende dal tempo che si ha a disposizione, dalla disponibilità economica, dal perché si decide di recintare un giardino. In questa guida proviamo a dare qualche dritta su pro e contro delle diverse opzioni.

IDEE RECINZIONE GIARDINO: I RECINTI – PRIVACY E DESIGN

Per chi non bada spese, tiene molto al design dei propri esterni e cerca un po’ di privacy (magari per organizzare un barbecue in giardino lontano da occhi indiscreti), la scelta non può che ricadere sul classico recinto da giardino. Uno dei più comuni è quello in legno, che può essere inserito in praticamente ogni contesto. Può essere basso (magari accompagnato da siepi rigogliose e ben curate) come alto. Poi c’è la variante in bianco, perfetta per esaltare il design dell’ambiente.

recinto giardino

I recinti in legno si armonizzano perfettamente con il resto, facendo da barriera di sicurezza ma donando al tempo stesso una grande eleganza. Non mancano però le varianti: dai recinti sagomati (perfetti sotto l’aspetto estetico) a quelli in ferro, passando per quelli in muratura, che hanno bisogno di poca manutenzione e quindi risultano molto efficienti.

RETE RECINZIONE GIARDINO: L’ALTERNATIVA A BASSO COSTO

Tuttavia, quella del recinto non è sempre la scelta migliore: i costi medi sono alti, il materiale va curato nel tempo, le operazioni di installazione sono molto lunghe. Chi cerca una soluzione low budget e soprattutto fai-da-te, farebbe bene ad affidarsi alle reti divisorie da giardino.

rete metallo
Rete metallo 1x25mm ▸

Per un’installazione del genere basta armarsi di sola pazienza e attenzione, oltre ovviamente ai giusti materiali. Servono, per l’occasione: un filo di tensione, dei tenditori, delle pinze, una tronchese, una rete in metallo da giardino elettrosaldata, dei pali, una livella, dei tasselli ad espansione, della malta, un badile, una cazzuola ed un flessometro.

Una volta procurati i materiali, non resta che iniziare il lavoro. Prima di tutto, bisogna misurare la zona da recintare, così da dividerla in settori e capire dove installare i pali (la distanza ideale l’uno dall’altro è di 2 metri). Per ogni punto individuato va scavata quindi una buca della profondità di 25 centimetri. Una volta posizionati i pali (che devono stare alla stessa altezza) bisognerà controllare la loro perpendicolarità al terreno con l’aiuto della livella.

RETI E PALETTI RECINZIONE DA GIARDINO: COME INSTALLARLI

A questo punto bisogna preparare la malta, aggiungendo l’acqua ed impastando il tutto. Con la malta si deve riempire circa metà della buca e successivamente va inserito il paletto da giardino. Per fare più pressione ci si può aiutare con un sasso o un mattone. Una volta fatto, va aggiunta altra malta per ricoprire completamente la buca.

palo recinzione
Paletto a T plastificato h 200 cm 437/3 ▸

Una volta che la malta si asciuga (in genere servono un paio di giorni), si va a coprire la base del palo con della terra smossa. Se la rete da giardino è su un lato solo, bisogna fissare i due pali esterni al muro adiacente, aiutandosi con dei tiranti fissati al muro tramite tasselli a espansione. Su uno dei due pali vanno fissati i tenditori in corrispondenza dei fori presenti sul palo stesso. Qui vanno calcolati circa 15 centimetri tra il centro del tenditore e il palo. Questi serviranno per poter fissare il filo di trazione che farà da guida per mantenere tesa la rete in metallo da giardino elettrosaldata.

Arrivati a questo punto, va infilato il filo di trazione nel foro del palo esterno, quello più basso, senza tirante. Bisogna far scorrere il filo attraverso i fori dei diversi pali installati, fino ad arrivare all’ultimo col tirante. Una volta infilato nell’asola del tirante, il filo deve essere teso (tramite una pinza) per girare il tenditore. Fatto questo, non resta che misurare l’altezza della rete da giardino.

La rete va stesa a terra, così che si possano tagliare le eventuali eccedenze. Va poi appoggiata ai pali e, partendo da un’estremità, fissata con delle fascette (va bene anche del filo di ferro). Per sicurezza, oltre ai pali, meglio fissarla anche ai fili guida. Ed ecco fatto, il giardino è recintato: non resta che godersi un po’ di meritato riposo.

Scritto da
Altro da Redazione

Come scegliere l’idropulitrice: a cosa serve e come usarla

Per pulire efficacemente e velocemente l'auto o altre superfici, la soluzione migliore...
Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.