Come innaffiare le piante automaticamente quando non sei in casa

Vai in vacanza e non puoi lasciare le piante in custodia a nessuno? Per mantenerle sempre sane, scopri subito come innaffiare le piante automaticamente.

micro irrigazione vasi

Anche se non tutte allo stesso modo, le piante hanno bisogno di essere innaffiate periodicamente. Se per vacanza o altro dobbiamo lasciare casa per un periodo più o meno lungo e anche possedendo piante che richiedono poche attenzioni, abbandonarle completamente a se stesse non dovrebbe rappresentare mai un’opzione.

Magari hai già speso del tempo a capire come costruire una serra e quali piante farvi crescere, nonché curarle, perciò sarebbe un peccato rovinarle quando in commercio esistono dei sistemi che ti permettono di dar loro acqua facilmente e in ogni momento.

Vediamo allora come innaffiare le piante automaticamente in modo semplice e da non farti avere pensieri quando sei in vacanza.

SISTEMI DI IRRIGAZIONE: CONSIGLI PER L’USO

Sia che le tue piante si trovino su un balcone, in casa o in giardino, per mantenerle sane, è necessario che siano presenti degli impianti di irrigazione automatici che prendano il nostro posto quando non ci siamo.

computer irrigazione giardino
Computer per irrigazione automatica ▸

A prescindere dal tipo di sistema, per utilizzarlo va impostato il programma di irrigazione in base alla maturità delle piante, al loro ciclo di crescita ed al periodo dell’anno in cui ci si trova. Ecco alcuni consigli per pianificare il nostro programma di irrigazione.

  • Innaffia il giardino la mattina presto. In questo modo le radici riescono ad assorbire l’umidità prima che le temperature aumentino mentre si preparano al calore del giorno.
  • Le piante che si trovano nel loro periodo di fioritura o fruttificazione avranno bisogno di più acqua.
  • Le piante perenni richiedono annaffiature meno frequenti, ma più lunghe.
  • Ricorda che in estate le piante vanno innaffiate più spesso rispetto ai mesi più freschi.

Va comunque ricordato che, anche se i sistemi automatici di irrigazione delle piante ci aiutano a nutrirle correttamente, è comunque sempre bene impostarli con attenzione e fare gli opportuni aggiustamenti se necessario.

COME IRRIGARE LE PIANTE QUANDO SI VA IN VACANZA

Tra i migliori metodi automatici per annaffiare le piante troviamo sicuramente i sistemi di irrigazione a goccia, completi di centralina programmabile.

micro irrigazione goccia
kit micro irrigazione a goccia ▸

Con l’irrigazione a goccia, l’acqua viene distribuita alle radici della pianta in modo non continuo, evitando lo spreco dell’acqua e semplificandone la conservazione. Posizionando un timer sul rubinetto non dovrai più preoccuparti su quando dover innaffiare il giardino. Esistono poi timer più elaborati che arrivano anche a percepire il volume di pioggia caduto e regolarsi di conseguenza.

Una delle più grandi novità in questo ambito è costituito dall’impianto irrigazione fotovoltaico automatico, un sistema di irrigazione a goccia che non prevede l’uso del rubinetto né dell’energia elettrica. L’impianto funziona ad energia solare, ed è dotato di una pompa integrata per aspirare l’acqua da un serbatoio, da distribuire in più vasi dopo aver selezionato il programma di irrigazione più adatto.

In alternativa si possono in commercio kit di micro irrigazione, molto semplici da installare, completi di gocciolatoi e tubi da collegare al rubinetto, a cui avremo apposto il timer.

Sarà infine consigliabile utilizzare nei giardini o negli orti un impianto interrato, comprensivo di centralina elettrica per programmare l’innaffiamento, ed uno o più irrigatori a seconda della grandezza dell’area.

irrigazione giardino

Scritto da
Altro da Redazione

Idee e accessori per ottimizzare gli spazi dell’armadio

Cerchi consigli per tenere in ordine il tuo guardaroba? Scopri come utilizzare...
Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.