Come costruire un mobile contenitore Montessori: segui tutte le fasi

Un mobile a misura di bambino? In questo tutorial dedicato al fai da te trovi tutti i passaggi per realizzarlo e rendere i tuoi bambini indipendenti già dai primi mesi

Per il metodo Montessori è molto importante l’indipendenza del bambino e dunque che la casa abbia un arredamento a sua misura. In questa semplice guida scoprirai come costruire un mobile contenitore Montessori, pensato in modo che il bambino possa autonomamente esplorare lo spazio che lo circonda, andare a prendere giochi e oggetti che lo incuriosiscono e, perchè no, anche rimetterli al loro posto.

mobile montessori

Con un mobile Montessori, il bambino può rafforzare la sua indipendenza e allo stesso tempo essere stimolato al riordino. Inoltre, il mobile diventerà un fedele compagno nell’apprendimento della posizione eretta perchè, dai 6 mesi di vita in poi, lo utilizzerà volentieri come appiglio e sostegno per alzarsi e rimanere in piedi. Andiamo a vedere come realizzarlo.

IL PROGETTO E IL MATERIALE DA UTILIZZARE PER COSTRUIRE IL MOBILE MONTESSORI

Uno dei materiali che permette di ottenere un ottimo risultato con meno sforzo e senza spendere un capitale è il multistrato. In commercio ne esistono di diversi tipi: di pioppo, conifera, betulla, okumè…
Il prezzo varia a seconda che si utilizzi un’essenza comune o pregiata. La cosa importante da controllare e non sottovalutare è che sia di classe E1, ovvero a basso contenuto di formaldeide in modo che non sia nocivo per il bambino.
Il mobile Montessori fai da te che stiamo per realizzare ha una struttura semplice: è composto da una base e due fianchi ai quali è appoggiato il top. Centralmente c’è un ripiano lungo tutta la struttura suddiviso, sopra e sotto, da 3 divisori verticali.

Misure: 130 cm larghezza x 60 cm altezza x 30 cm profondità

Presso i rivenditori è possibile trovare dei fogli di misure 244 cm x 125 cm. Da uno di questi pannelli ricaveremo il nostro mobile contenitore per abbellire la cameretta dei nostri bambini. Non lo utilizzeremo tutto, ma ci avanzerà un pezzo di circa 90 cm x 110 cm da utilizzare in un altro progetto o come scorta se avessimo compiuto degli errori. Ne esistono di diversi spessori, quello che va bene per questo progetto è quello da 1,5 cm.

I TAGLI CHE COMPONGONO IL MOBILE MONTESSORI

Il mobile sarà composto da:
• 2 pezzi da 57 cm x 30 cm (i fianchi, lettera “A”)
• 1 pezzo da 127 cm x 30 cm (separatore orizzontale, lettera “B”)
• 2 pezzi da 130 cm x 30 x 1,5 cm (BASE e TOP, lettera “C”)
• 3 pezzi da 28 cm x 30 cm (separatori verticali, lettera “D”)

UTENSILI NECESSARI

  • Gli strumenti di cui avrai bisogno per la realizzazione del mobile:
  • Sega circolare manuale o seghetto alternativo
  • Avvitatore
  • Levigatrice
  • Minuteria varia
  • Squadra da falegname
  • Colla
  • Carta vetrata
  • Cera per legno

TUTTI I PASSAGGI PER COSTRUIRE IL MOBILE MONTESSORI FAI DA TE

Step 1 – Si comincia!
Con una sega circolare manuale (o anche un seghetto alternativo) inizia ad effettuare i tagli aiutandoti con una guida perfettamente dritta fissata con dei morsetti. Come guida puoi utilizzare, ad esempio, un listello di legno piallato da un lato. Se hai a disposizione un banco sega, puoi realizzare i tagli in maniera molto più rapida. In questo caso però, essendo il pannello molto grande, dovrai almeno dividerlo a metà (rispettando lo schema dei tagli), prima di passare al banco sega.Il modo migliore è procedere il più possibile con i tagli in lunghezza.

A questo punto ti sarai ricavato delle strisce e potrai passare ai tagli a troncare. Per realizzarli puoi usare una troncatrice, la sega circolare manuale, il seghetto alternativo o il banco sega, utilizzando una slitta autocostruita.

mobile montessori

 Step 2 – Misure, fori e assemblaggio della struttura
Una volta tagliato il pannello, ricavando tutti i pezzi come da progetto, puoi tracciare a matita con delle sigle quale sarà la base, il top e così via per tutte le parti che andranno a comporre il mobile Montessori.  Sempre a matita, riporta i dati del progetto relativi a dove andrai a forare per inserire le viti che terranno assieme la struttura.

Monta una punta per legno leggermente inferiore al diametro delle viti che utilizzerai e fora in tutti i punti in cui inserirai le viti.

mobile montessori
Sovrapponi le due parti da unire con le viti e aiutati a tenerle in posizione con dei morsetti. Quando tutto è ben saldo, procedi con l’avvitatore.

Per prima cosa dovrai avvitare i due fianchi alla base, successivamente potrai posizionare e avvitare il top del mobiletto.

Se vuoi nascondere le teste delle viti puoi avvitarle più in profondità (circa 5 mm), realizzare in superficie un foro più grande (da 8 o 10mm) e incollarci una spina del diametro corrispondente. L’eccesso potrà essere tagliato con un segaccino.


mobile montessori
Una volta che avrai terminato di assemblare la struttura, è importante verificarne lo squadro con una squadra da falegname in tutti e 4 gli angoli per non avere problemi nelle fasi successive.

Step 3 – Ripiano centrale e divisori verticali
Una volta che la struttura esterna è assemblata, puoi inserire il ripiano centrale e i divisori verticali. Nel progetto abbiamo inserito tre divisori uno sopra e due sotto. Ovviamente ci sono tantissime soluzioni alternative e puoi realizzare quella che più ti piace.

Inserisci il ripiano centrale che sarà sorretto da 2 reggimensola avvitati in ogni fianco. Il tuo mobile Montessori è quasi pronto! Dopo aver fissato il ripiano centrale, prendi i tre divisori verticali e incollali (in corrispondenza dei segni tracciati a matita in fase di misurazione) bloccandoli con dei morsetti.

mobile montessori

 Step 4 – Levigare
Grande, ottimo lavoro! La fase di costruzione e assemblaggio è superata! Puoi ora passare a levigare tutte le parti aiutandoti con una levigatrice. Trattandosi di materiale non grezzo, ma già trattato, puoi partire dalla grana 120 per poi passare alla 180 e infine alla 220. Andare oltre non è necessario.

mobile montessori
Dopo aver levigato bene tutte le superfici piane, dai una levigata a mano anche agli spigoli e alle parti che non è stato possibile raggiungere con la levigatrice. Per avere una presa più comoda e salda aiutati con un blocchetto di legno attorno al quale avvolgere un pezzetto di carta vetrata.

Step 5 – Finitura
Per rimuovere residui e polveri derivanti dalla fase di levigatura, usa la pistola ad aria e dai una veloce spruzzata. Per proteggere il legno dai una finitura per interni facendo attenzione a scegliere un prodotto naturale che non sia nocivo per il bambino.

mobile montessori
Puoi ad esempio dare una cera naturale che proteggerà il legno e non ne altererà il colore.Aiutati con un panno per “tirare” e stendere la cera in maniera omogenea su tutto il mobile.

Ci siamo! Se hai seguito tutte le fasi in maniera precisa, avrai creato un fantastico mobile contenitore in stile Montessori che accompagnerà la crescita del bambino, aiutandolo a esplorare lo spazio in maniera autonoma.

mobile montessori

Per seguire tutte le fasi della lavorazione, segui il tutorial sul mio canale YouTube a questo link 

Ci vediamo al prossimo articolo!
Gabriele, Controvena

 

Tag dell’articolo
Scritto da
Altro da Controvena

Come costruire un mobile contenitore Montessori: segui tutte le fasi

Un mobile a misura di bambino? In questo tutorial dedicato al fai...
Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.