Consigli utili per la manutenzione della tua auto in inverno

Consigli per la manutenzione della tua auto: catene, pneumatici invernali, pressione gomme, oli, batteria e tante soluzioni per l'inverno.

Dal 15 Novembre l’obbligo di pneumatici invernali o catene da neve entra in vigore per tutti. Non farti trovare impreparato: leggi i nostri consigli per la manutenzione della tua auto ed organizza prima la tua strategia per affrontare il periodo invernale in sicurezza.

PNEUMATICI

Catene da neve o pneumatici invernali?
Non esiste una risposta generica a questa domanda, ogni caso ha le sue esigenze.

catene o pneumatici invernali

Quando le catene da neve?
Le catene da neve sono consigliate nei periodi dei primi freddi, quando le temperature incerte rendono gli pneumatici invernali fuori luogo, in quanto questi ultimi sono progettati per operare in ambienti con temperature massime 7°C, oltre si rischia di rovinarli rendendoli poi inutilizzabili quando il vero freddo arriva.

PRO

  • Permettono di stare in sicurezza e nella legge senza dover sostituire i pneumatici.
  • Comode nelle zone più calde, quando il rischio di neve è davvero basso.
  • L’unico modo per superare pendenze superiori al 10% (scenario tipico delle strade di montagna).

CONTRO

  • Non tutti i cerchi sono catenabili, soprattutto nei modelli delle auto moderne con misure particolarmente grandi.
  • Se abitate in zone con alto rischio di neve, la scomodità di montare/smontare le catene (in quanto è fuorilegge e pericoloso girarci su asfalto non innevato).
  • Non poter superare il limite di 50km/h

CONSIGLI

  • Controllate sempre sul vostro libretto di circolazione se compare la voce “non catenabili” vicino la voce che parla delle misure degli pneumatici.
  • Fate pratica di montaggio/smontaggio prima della stagione, in modo da non farti prendere alla sprovvista in caso di improvvisa nevicata.
  • Tenere sempre presente di montare le catene sulle ruote motrici.
  • A fine stagione, pulire bene le catene onde evitare di insorgere in gravi ossidazioni dovute al sale sparso sul fondo innevato.

Quando gli pneumatici invernali?
Con l’arrivo del vero freddo (temperature al di sotto dei 10°C) entrano in gioco gli pneumatici invernali, capaci di mantenere la sicurezza, comfort e prestazioni su fondi innevati.

Pneumatici invernali

PRO

  • Possibilità di raggiungere le velocità massime imposte dalla legge.
  • Comfort di guida.

CONTRO

  • Impossibilità di superare o di discendere pendenze superiori al 10%.
  • Costo.
  • Alta usura su fondo non innevato.

CONSIGLI

  • Chiedere al gommista di fiducia di stoccare i vostri eventuali pneumatici estivi da riprendere quando la stagione invernale è terminata.
  • Tenere sempre le catene da neve nel bagagliaio in caso dovessi fare una gita fuori porta per non trovarti impreparato con pendenze importanti.
  • Far montare gli pneumatici invernali su tutte e quattro le ruote, non solo sulle motrici (anche se la legge non lo vieta) in quanto potresti perdere improvvisamente il controllo a una qualsiasi curva o manovra di evasione.

Pressione gomme
La pressione degli pneumatici deve essere la stessa riportata sul libretto di uso e manutenzione della vettura, in caso di gonfiaggio in un ambiente riscaldato, come un garage o un’officina, aggiungete 0.2 bar al valore per compensare la differenza di temperatura e rimanere negli standard consigliati dalla casa madre dell’auto. Controlla spesso la pressione in quanto il freddo tende a far sgonfiare la gomma più rapidamente. Puoi utilizzare un manometro analogico o digitale, per quest’ultimi piccola accortezza nello scegliere un modello con scala centesimale (es. 2.18 bar) in modo da avere un controllo della pressione più preciso possibile. Non scordarti di controllare la pressione del ruotino di scorta dove presente, in caso di kit emergenza, controllare la data di scadenza dello stesso.

BATTERIA

La batteria è l’unico componente dell’auto che permette la partenza del motore da fermo. È bene quindi controllare il voltaggio della batteria, chiedendo al meccanico di fiducia o a un centro servizi. Questa piccola accortezza (spesso eseguita gratuitamente) ti permette di affrontare il periodo invernale con più serenità e meno rischi di rimanere fermi. Controllare i morsetti dei terminali e stringerli adeguatamente se necessario.

Batteria auto

Se senti difficoltà dell’auto nell’accendersi e sei lontano da casa, o in zone dove è difficile trovare officine, è buona norma evitare soste e accendere tanti dispositivi dell’auto (es. navigatore, luci quando non necessario, riscaldamento dell’abitacolo e dei sedili) per evitare una scarica rapida della batteria stessa, mentre è buona norma fare lunghe percorrenze per permettere all’alternatore di ricaricare la batteria adeguatamente.

CONSIGLI

  • Accendere e spegnere la vettura con tutti i dispositivi elettrici spenti.
  • Regolare controllo della tensione.
  • Pulizia contatti e controllo morsetti.

LIQUIDI

Olio motore: quale scegliere per l’inverno
Durante la stagione invernale, per l’olio motore, bisogna tenere conto al numero prima della W che sta per “Winter”: più è basso, più l’olio è indicato per le temperature rigide.

È bene tenere conto di questo indice di viscosità nei vari casi, se per esempio si abita in montagna e le temperature sono particolarmente basse, è bene prendere una gradazione SAE dai 10W allo 0W, mentre per chi abita in centri più caldi può scegliere per le gradazioni da 15W a 25W. Il secondo indice (dopo la W) indica la viscosità dell’olio alle alte temperature, quindi per la stagione estiva, qui più è alto e più è indicato per le alte temperature.

Cambio olio motore

CONSIGLI

  • È bene sostituire l’olio motore ogni 10.000km o ogni due anni.
  • Controllare periodicamente il livello dell’olio, anche nelle autovetture moderne dove viene indicato quando il livello è sotto al minimo.
  • Rabboccare l’olio utilizzando solo lo stesso olio o uno equivalente avendo lo stesso indice SAE.

Liquido raffreddamento
Il liquido di raffreddamento o refrigerante protegge il motore dalle alte temperature, smaltendo il calore prodotto dal motore stesso, permettendo di raggiungere la temperatura di lavoro ottimale più rapidamente. Un mancato controllo del liquido comporta un aumentare delle temperature del motore, con conseguenze ovvie, quale deterioramento delle componenti motoristiche e cali di prestazioni.

CONSIGLI

  • Far sostituire il liquido di raffreddamento da specialisti.
  • Controllare periodicamente il livello.
  • Rabboccare seguendo unicamente le indicazioni riportate sull’etichetta del liquido attualmente presente nell’impianto di raffreddamento.

Liquido tergicristalli
Durante il periodo invernale notiamo come, nelle zone più rigide, dal rubinetto di casa l’acqua fatica ad uscire dopo lunghi periodi di inattività. Lo stesso esempio può essere riportato in piccolo nell’impianto dell’acqua dei tergicristalli.

Liquido tergicristalli

Per evitare di rimanere con l’impianto bloccato dal ghiaccio, si può facilmente ovviare aggiungendo del detersivo o sapone liquido nella vaschetta, in quando questi hanno un indice di congelamento più basso rispetto all’acqua. La soluzione migliore di tutte rimane nell’utilizzare prodotti specifici che resistono a temperature ben oltre sotto lo zero gradi, avendo così sempre un impianto efficiente e pronto all’uso.

Controllare periodicamente il livello, in quanto anche durante l’inverno evapora. È molto importante, inoltre, pulire i lunotti e fari (per gli impianti Xeno). Un esempio può essere quando la vettura che ci precede prende una pozzanghera particolarmente fangosa sporcando lunotto e fari, rendendo così poco sicuro procedere senza pulirli.

KIT INVERNO

Di seguito il kit inverno per la manutenzione della tua auto, da noi consigliato, per affrontare al meglio la stagione invernale e per essere sempre pronti in caso di imprevisti.

kit manutenzione auto

 

  • Tergicristalli: da sostituire ogni anno, quale occasione migliore se non alle porte della stagione delle piogge.
  • Manometro: per controllare la corretta pressione degli pneumatici.
  • Tanica d’acqua: per rabboccare in caso di emergenza il liquido di raffreddamento o semplicemente pulire le scarpe dalla neve per avere maggiore presa sui pedali.
  • Cric: per sollevare l’auto in tutta sicurezza e sostituire le ruote.
  • Chiave a croce: per avere la migliore presa e applicare la giusta forza per svitare/avvitare i bulloni delle ruote.
  • Cavi avviamento: in caso di emergenza fanno sempre comodo (ricordate prima positivo e poi negativo, scollegarli nell’ordine inverso).
  • Guanti da lavoro impermeabili.
  • Telo impermeabile: per effettuare operazioni di emergenza a terra senza sporcarsi/bagnarsi eccessivamente.
  • Fusibili misti: spesso se l’auto non si accende più o ha malfunzionamenti può dipendere da un “semplice” fusibile andato.

Infine consigliamo sempre di far fare da uno specialista un controllo generico della vettura, per essere sicuri di affrontare la stagione invernale in totale sicurezza e serenità.

Tag dell’articolo
Scritto da
Altro da Redazione

Decorazioni natalizie fai da te

Tante idee e consigli per realizzare decorazioni e addobbi fai da te....
Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *